SEGUICI SU:

Futuro incerto per 180 lavoratori di Coop Alleanza a San Benedetto del Tronto

Sono forti e condivisibili le preoccupazioni nutrite dalle lavoratrici e lavoratori dipendenti della Coop Alleanza 3.0 Soc. Coop. adibiti presso l’IperCoop “Porto Grande” di San Benedetto del Tronto (AP).

Ascoli Piceno -

Le informazioni, peraltro molto scarse e poco puntuali fornite dall’azienda ai lavoratori in relazione ad una probabile Cassa Integrazione e al sicuro ridimensionamento degli spazi del punto vendita, aumentano lo stato di incertezza in cui versano i 180 lavoratori dipendenti.

USB, che rappresenta parte dei dipendenti e che risulta essere una O.S. non gradita dalla Coop e per questo esclusa dal confronto sindacale riservato, invece, solo a cgil e cisl, registra queste legittime preoccupazioni e denuncia il velo di oscurità che aleggia attorno al piano di ristrutturazione aziendale che, sino a prova contraria, dovrebbe determinare cospicui licenziamenti. Stupisce come la Coop Alleanza 3.0, che spesso si vanta di tenere alle sorti dei propri dipendenti, si neghi al confronto con una sigla sindacale, quale l’USB, legittimata e delegata a rappresentare i lavoratori medesimi. E dire che nel Codice Etico, di cui Coop Alleanza 3.0 si è dotata e di cui si compiace, i sindacati sono definiti “…portatori d’interesse…”.

Evidentemente solo quando coincidono con i loro!

Coop Alleanza 3.0 dovrebbe scoprire le carte e spiegare ai lavoratori cosa realmente bolle in pentola e come concretamente intende gestire una ristrutturazione aziendale che ha quale oggettivo ed incontestato elemento principale il ridimensionamento del sito di San Benedetto del Tronto (AP), con conseguenti esuberi di personale.

USB intanto annuncia nuove elezioni della RSU necessarie a ridare la possibilità a tutti i lavoratori di eleggere, democraticamente, i loro rappresentanti interni che avranno il compito, tra l’altro, di affrontare questo delicata fase aziendale.

USB stigmatizza il comportamento ad essa riservato da Coop Alleanza 3.0, sollecita i lavoratori a partecipare numerosi alle elezioni per essere protagonisti del proprio destino e, in assenza di un coinvolgimento e di un permanere di una situazione di stallo e poco chiara, si prepara alla mobilitazione.

per USB Lavoro Privato Ascoli Piceno

Francesco Bracciani