Appalto SILINE Ministero della Giustizia: blocco degli stipendi

Roma -

 

APPALTI al MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

LA GIUSTIZIA E’ MORTA...

… E I LAVORATORI NON STANNO TANTO BENE

 

 

Le lavoratrici e i lavoratori della Società SILINE, che curano presso il Tribunale e la Procura della Repubblica di Roma l’informatizzazione e scansione degli atti giudiziari, si sono riuniti in assemblea per decidere sulle iniziative da assumere nei confronti del datore di lavoro e titolare dell’appalto per il sistema applicativo T.I.A.P.

 

Le lavoratrici e i lavoratori contestano al loro datore di lavoro il mancato regolare pagamento delle ultime mensilità.

 

Gli impegni “solennemente” assunti dai responsabili della Società consistevano nella completa corresponsione di tutti gli stipendi arretrati all’esito dei tanto attesi (e finalmente avvenuti) pagamenti da parte del Ministero della Giustizia.

 

Invero la Società, ad oggi, ha provveduto a versare agli interessati gli stipendi fino a tutto il mese di giugno.

 

L’assemblea all’unanimità ha deciso di proseguire nello stato di agitazione e, qualora entro il 3 novembre non fossero retribuite per intero le mensilità arretrate, ha dato mandato alla RdB di comunicare la proclamazione di un continuativo ed indeterminato periodo di astensione dal lavoro.

 

La RdB, è al fianco dei lavoratori, soggetti alla precarietà pluriennale nonostante la professionalità e la delicatezza del loro incarico ed appoggia pienamente la vertenza in essere per restituire il salario e la dignità che questi lavoratori meritano.

 

 

Roma, 29 ottobre 2009

 

RdB CUB Servizi

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni