Commercio, è illegittimo scalare i permessi invece delle ferie

Molte aziende scalano i permessi all’insaputa del lavoratore pur di non pagarli

Nazionale -

Ogni anno il lavoratore accumula ferie e permessi retribuiti, i cosiddetti Rol.

Generalmente, in un anno, le ferie accumulate sono pari a quattro settimane, cioè 26 giorni. Due settimane devono essere godute entro devono essere godute entro l’anno di maturazione mentre le altre entro i 18 mesi successivi.

Le ferie sono un diritto irrinunciabile del lavoratore, in quanto ne consentono il giusto recupero psico fisico, pertanto devono essere godute, non possono essere monetizzate se non alla fine del rapporto di lavoro.

Discorso a parte, invece, per i permessi, che, se non usufruiti, devono essere pagati dal datore entro 18 mesi dalla maturazione, cioè entro il 30 giugno successivo dell’anno successivo alla maturazione.

Ogni dipendente ha diritto a permessi retribuiti e permessi da ex festività, le ore totali variano da 32 a 104 in base al tipo di contratto.

La maturazione dei permessi dipende dalla data di assunzione e dalla grandezza dell’azienda. Vediamo brevemente a quante ore ha diritto ogni lavoratore.

I lavoratori delle aziende sotto i 15 dipendenti hanno diritto ad un totale di 88 ore all’anno, divise fra:

56 ore di permessi retribuiti;

32 ore di permessi da ex-festività.

I lavoratori delle aziende con più di 15 dipendenti hanno diritto ad un totale di 104 ore all’anno, divise fra:

72 ore di permessi retribuiti,

32 ore di permessi da ex-festività.

Di norma, il calcolo è mensile, pertanto, nel primo caso, in busta paga il lavoratore deve maturare 7,3 ore al mese di permessi retribuiti e nel secondo caso 8,66 ore al mese di permessi retribuiti.

 

Usb ha ricevuto molte denunce da parte dei lavoratori che si trovano a fine anno senza permessi, nonostante non li abbiano mai fatti.

Molti datori, in modo illegittimo, segnano alcuni giorni di ferie come se fossero permessi, così da evitare che alla fine dell’anno ci siano dei permessi da pagare.

E’ fondamentale che il singolo lavoratore prenda nota, in modo autonomo dal datore, dei propri turni, delle ferie e dei permessi usufruiti. In questo modo sarà possibile controllando la busta paga riscontrare anomalie.

Il controllo della busta paga deve essere fatto ogni mese.

 

Usb Commercio

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni