Sportelli dedicati di riferimento

VITERBO

via I.Garbini 51

tutti i giorni, 9.30/13.00

referente: Luca Paolocci

 

FIRENZE

lunedi, 9.00/12.00

previo appuntamento al 3714588752

 

ROMA

previo appuntamento al

3395003297, f.pulice@usb.it

referente Francesca Pulice

 

Tutte le nostre sedi

https://www.usb.it/dove-siamo.html

SEGUICI SU:

Conad-Auchan, Usb chiede garanzie per i lavoratori

L’Unione sindacale di Base chiede chiarezza a Conad sul futuro dei lavoratori dopo l’acquisizione della maggior parte dei negozi del gruppo Auchan retail

Roma -

Conad, guidata da Francesco Pugliese, acquisisce la maggior parte delle attività in Italia del gruppo Auchan retail, a cui fanno capo i marchi Auchan, Simply e Sma.

L’operazione, effettuata da Bdc Italia (composta da Conad al 51% e dal finanziere Raffaele Mincione al 49%) porterà Conad a gestire una quota di mercato pari al 19%, scalzando il primato Coop nella Grande distribuzione organizzata.

I lavoratori sono stati tenuti completamente all’oscuro dell’intera operazione, appresa dai media invece che dal proprio datore di lavoro. Se Auchan non ha mai coinvolto le parti sociali durante tutta la trattativa, al momento anche Conad non ha fatto chiarezza sul piano industriale in progetto.

Auchan ha un quartiere generale a Rozzano, alle porte di Milano, poi ci sono i punti vendita e il franchising. Del perimetro dell’acquisizione fanno parte 230 super e 46 ipermercati per un totale di 20 mila lavoratori coinvolti.


Il risanamento delle perdite di Auchan non deve pesare in alcun modo sulle spalle dei lavoratori, come invece sta avvenendo in Sicilia. I 33 punti vendita a marchio Simply, in attesa di un paventato accordo con un imprenditore locale, hanno aperto una procedura di licenziamento collettivo per 250 lavoratori.

Questo ad appena 1 anno dalla chiusura dello storico Ipermercato di San Giuseppe la Rena. 

La mancanza di regole e leggi in questo settore fanno si che chiunque possa permettersi di vendere o chiudere dopo aver attinto tutte le risorse del territorio a danno di centinaia di lavoratori che hanno dimostrato alto valore professionale ed etico.


Usb esorta Conad a stipulare una clausola di salvaguardia per tutelare le garanzie occupazionali.


No all’ennesimo bagno di sangue sui lavoratori.


Il “Colosso del commercio” che pubblicizza qualità dei prodotti e rispetto dei lavoratori non deve mai più assumere tramite cooperative e con contratti precari.

 

Usb Commercio


Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati