COOP: 250 ESUBERI IN CAMPANIA, USB CHIAMA ALLA LOTTA

Napoli -

Dopo la sconfitta dell’ipotesi di vendere i negozi della Coop Campania al chiacchierato Catone Group, giunge oggi la notizia dell’apertura della procedura di mobilità per 250 lavoratori nei negozi di Afragola, di Avellino, di Arenaccia e di Quarto.

 

“Uno schiaffo assolutamente inaccettabile alla cooperazione e ai valori della solidarietà”,  commenta Francesco Iacovone, dell’ USB Lavoro Privato. “In questi mesi i lavoratori della Coop Campania hanno saputo reagire ai tentativi di cedere l’attività a imprenditori che non avevano alcuna possibilità di garantire il futuro dell’azienda né potevano rappresentare una garanzia per i posti di lavoro. Con la stessa determinazione fermeremo questa nuova minaccia con tutti i mezzi a nostra disposizione”.

 

Sottolinea il rappresentante dell’USB: “È indispensabile che tanto la Regione Campania che l’amministrazione di Napoli, da cui già in passato è stata dimostrata attenzione verso la vertenza Coop, convochino l’azienda ed intervengano con tempestività per impedire una nuova drammatica perdita di posti di lavoro. I delegati e le delegate USB, d’accordo con i lavoratori, stanno già decidendo le prime iniziative di lotta da prendersi nell’immediato”, conclude Iacovone.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni