Coop Colli Aniene: seconda rapina a mano armata in 5 giorni. USB: le Coop hanno uno sportello di prestito sociale, garantire la sicurezza dei lavoratori

Roma -

Ieri la Coop di Colli Aniene, a Roma, ha subito la seconda rapina a mano armata in 5 giorni, i lavoratori si sono trovati di fronte ai rapinatori che, armi in pugno, hanno preteso l'incasso e poi hanno rapinato le casse del deposito di prestito sociale.

“Le rapine ai danni dei supermercati sono sempre più frequenti, ma la Coop ha un motivo in più per garantire la sicurezza ai suoi dipendenti. La presenza dell'Ufficio di Prestito Sociale e del cash dispenser che, nei fatti, compiono alcune delle operazioni tipiche di un istituto bancario”, è il commento di  Francesco Iacovone, dell'Esecutivo Nazionale Usb Lavoro Privato.

“La possibilità dei soci di poter ritirare denaro dall'operatore dell'ufficio o dal cash dispenser, che a alimentano gli appetiti dei criminali, dovrebbe prevedere una prevenzione e dei meccanismi di tutela più vicini a quelli delle banche che a quelli di un supermercato - sottolinea il sindacalista – e invece la Coop, per contenere i costi, negli anni ha effettuato tagli anche nel settore della sicurezza del patrimonio”.

“Le lavoratrici e i lavoratori della coop di Colli Aniene sono terrorizzati e i nostri delegati ci hanno raccontato di condizioni di stress fuori ogni controllo. L'USB si attiverà per riportare condizioni di sicurezza nella struttura.”, conclude Iacovone.


USB Lavoro Privato

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni