GUCCI: importante apertura al dialogo e rispetto della democrazia sindacale

Roma -

GUCCI, maison italiana di alta moda e articoli di lusso che fa parte della Gucci Group, divisione della holding francese Kering, lancia un segnale importante e, dopo aver riconosciuto la scelta democratica fatta dai propri dipendenti, si rende disponibile ad un confronto serio e costruttivo con l'Unione Sindacale di Base.

 

Dopo aver raccolto adesioni, aver viste riconosciute le RSA e i pieni diritti sindacali e aver vinto un'importante vertenza nei due punti vendita presenti a Fiumicino Aeroporto, dopo che l'intera RSU, l'RLS e i lavoratori di ROMA via dei Condotti, via Borgognona e Piazza Fiume e di Napoli sono confluiti in massa all'USB, registriamo con soddisfazione questa apertura al dialogo mostrata da Gucci, in controtendanza con la gran parte delle aziende del commercio.

 

Nei primi giorni del 2015 è previsto un incontro nel cuore pulsante della Gucci, nella sede di Firenze, durante il quale verranno affrontate le tematiche emerse nelle assemblee dei lavoratori.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni