I LAVORATORI DI SALMOIRAGHI & VIGANO' VOGLIONO VEDERCI CHIARO. RICATTI E LICENZIAMENTI IN NOME DEL PROFITTO

Roma -

Salmoiraghi & Viganò, azienda leader nella vendita di dispositivi ottici, sta assumendo preoccupanti ed ingiustificati atteggiamenti coercitivi e intimidatori nei confronti dei dipendenti.
I dipendenti si sono visti arrivare lettere di contestazione disciplinare in merito al mancato raggiungimento di obiettivi di vendita fissati in maniera arbitraria dall azienda senza per altro valutare le varie incidenze dei negozi.
“Dalle intimidazioni siamo passati ai fatti” dichiara Michela Flores dell'Unione Sindacale di Base.
“Qualche giorno fa due responsabili della Salmoiraghi & Viganò si sono recati presso un punto vendita di Roma per consegnare alle due lavoratrici in turno il preavviso di licenziamento per mancato raggiungimento degli obiettivi di vendita annuali, con l'invito immediato ad allontanarsi dal negozio” prosegue Flores.
Un atto grave ed inaccettabile che l'USB respinge con forza.
“Ritenendo del tutto infondato il comportamento intimidatorio posto in atto dall'azienda ci riserveremo di porre in atto tutte le azioni sindacali e legali che riterremo opportune a tutela di tutti i lavoratori” conclude la sindacalista.


Usb Lavoro privato Roma

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni