Sportelli dedicati di riferimento

VITERBO

via I.Garbini 51

tutti i giorni, 9.30/13.00

referente: Luca Paolocci

 

FIRENZE

lunedi, 9.00/12.00

previo appuntamento al 3714588752

 

ROMA

previo appuntamento al

3395003297, f.pulice@usb.it

referente Francesca Pulice

 

Tutte le nostre sedi

https://www.usb.it/dove-siamo.html

SEGUICI SU:

Scuole dell’infanzia di Fiumicino: USB proclama lo stato di agitazione per l’internalizzazione dell’appalto pulizia e sorveglianza

Fiumicino -

Nel silenzio, ormai divenuto imbarazzante, del Comune di Fiumicino, USB ha proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori e delle lavoratrici che si occupano della pulizia e sorveglianza all’interno delle scuole dell’infanzia.

Molte le criticità segnalate nel contenuto del capitolato speciale di appalto ma a tutt’oggi non ci sono state risposte.

Il quesito a cui vorremmo che l’amministrazione comunale rispondesse è: se le mansioni previste dal capitolato sono mansioni spettanti esclusivamente al personale ATA, perché si continua a favorire la politica degli appalti finalizzati solo allo sperpero di soldi pubblici, mentre ai lavoratori e alle lavoratrici si può equiparare il livello contrattuale ed economico come da art. 47 del CCNL Scuola per il personale ATA?

L’amministrazione comunale ha sempre saputo che i lavoratori e le lavoratrici impiegati/e nell’appalto svolgono mansioni superiori nonché di responsabilità rispetto a quanto previsto dal CCNL Multiservizi ma non è mai intervenuta affinché le aziende che si sono succedute nei vari cambi appalti, riconoscessero anche il parametro 115, ovvero l’incremento salariale per il riconoscimento di mansioni promiscue che i lavoratori e le lavoratrici svolgono fuori dal loro inquadramento contrattuale.

In ultimo ma non di importanza, il capitolato speciale di appalto prevede anche l’estensione o la riduzione dell’appalto.

Vogliamo ricordare che ai lavoratori e alle lavoratrici delle scuole viene applicato il part-time ciclico verticale con contratti che vanno dai 10 agli 11 mesi, quindi nel periodo delle chiusure estive sono in sospensione contrattuale e non percepiscono nessuna forma di reddito. Di conseguenza l’applicazione dell’estensione o riduzione dell’appalto comporterebbe un ulteriore peggioramento delle condizioni salariali.

Al momento alle aziende affidatarie dell’appalto, ormai scaduto, la gestione del servizio di pulizia e sorveglianza viene prorogata mese dopo mese.

Ad oggi non è dato sapere quando e se ci sarà un cambio appalto.

Dov’è finita l’amministrazione comunale?

L’unica certezza è che si sta aggiungendo precarietà alla precarietà in un mondo, quello scolastico, frequentato da bambini e bambine.

USB Lavoro Privato Roma

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati