SMA: IL NUOVO MODELLO FIAT SI CHIAMA REFERENDUM

Roma -

L'acronimo CCU probabilmente non vi fa pensare a nulla, allora provate a pensare ai complici di sempre, CGIL CISL e UIL. La "Confraternita" dei tre moschettieri si chiude a riccio e gioca in difesa, o meglio ancora, non scende in campo e se lo fa combina la partita.

 

Entro il 31 gennaio saremo chiamati a votare il referendum sul rinnovo del Contratto Integrativo Aziendale, ma l'ultimo atto della commedia prende forma all'interno della busta paga di Dicembre. Con sorpresa dapprima e con estremo sdegno poi, insieme al cedolino paga abbiamo trovato una locandina con i pro e i contro del nuovo Cia

 

Se voti NO perdi questo, se voti si non perdi quest'altro. Tutto rigorosamente e attentamente redatto con colori Rossi e Verde; aspettavamo dai "confederali" una locandina esplicativo-cognitiva con tanto di psicologia dei colori annessa, non dall'azienda. Chissà l'avranno redatta insieme?

 

L'ennesimo baratto stile "confraternita CCU" stipulato sulla pelle dei lavoratori. Ci chiedono ancora più produttività, un ora e mezza in più di lavoro a settimana (78 ore all'anno) mascherata come "recupero pausa". 20 minuti obbligatori (15 si aggiungono all'orario di lavoro, 5 sono retribuiti… Non saranno troppi?).

 

L’assenza di trasparenza dei sindacati complici è ormai tristemente nota a tutti noi che da tempo lottiamo, e continueremo a farlo, con tutte le nostre forze contro questi dinosauri, ma la cosa che più colpisce è che di fronte all'ennesimo furto di diritti in pochi si siano accorti di ciò che veramente vuole l'azienda, assecondata dai tre moschettieri: dare in mano ai lavoratori la facoltà di scegliere attraverso un referendum.

 

Non ci sarebbe nulla di male se fosse davvero così. Noi crediamo invece che tutto ciò serva ai sindacati complici e all'azienda soltanto per poter alzare le mani, fare spallucce e riempirsi la bocca di una frase che prevediamo sarà ripetuta spesso in futuro: " l'avete votato voi". La FIAT INSENGNA!!!

 

La stessa frase per due soggetti che dovrebbero essere, per spirito e per definizione, contro. Noi diciamo con fermezza NO al ricatto dei padroni, al finto buonismo della "CCU" e al loro silenzio; noi in silenzio non ci stiamo e urliamo NO al nuovo Contratto Integrativo Aziendale tagliato esclusivamente sulle esigenze del padrone.

 

Coordinamento dei delegati USB SMA

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni