Unicoop Firenze: rinviati a giudizio due dirigenti per l'infortunio mortale di Claudio

Firenze -

E’ di oggi la notizia del rinvio a giudizio di due dirigenti di Unicoop Firenze , Marco Covelli e Fabio Del Bimbo all’epoca dei fatti rispettivamente Direttore della Logistica l’uno e Responsabile dei Magazzini l’altro.

 

      Ambedue sono accusati di “omicidio colposo con violazione delle norme sulla prevenzione degli infortuni” per la morte del collega e amico Claudio Pierini.

 

      La notizia giunge dopo che i delegati dell’organizzazione di base USB, nelle settimane scorse hanno svolto la tornata elettorale per l’individuazione dei delegati Rls oramai assenti dal maggio dello scorso anno.

 

      Unicoop Firenze non ha ancora riconosciuto a pieno titolo sia il numero che i nominativi dei delegati forniti dall’attuale Rsu, cosi come contenuti nel testo unico in materia di sicurezza d.lgs.81/2008, accampando come motivazione quella di avere firmato un accordo con Cgil-Cisl-Uil   che vedrebbe impiegati un numero di delegati alla sicurezza notevolmente inferiore al numero individuato dalla organizzazione di base Usb.

 

      Se questo accordo fosse confermato davvero, la direbbe lunga sull’importanza che danno Unicoop Firenze e sindacati confederali, della sicurezza all’interno della cooperativa.

 

      Intanto i delegati Rsu del Cedi di Scandicci e Sesto Fiorentino Claudio Galantini,Andrea Corti,  Gabriele Rinaldi e l’organizzazione di base Usb si metteranno a completa disposizione della magistratura per l’accertamento di eventuali responsabilità sull’incidente mortale avvenuto il 21/07/2011 al collega Claudio Pierini.

 

 

Rsu Cedi Scandicci

E Sesto Fiorentino

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni